Skip to content
Dimensioni caratteri
Increase font size Decrease font size Default font size
cocchi_la_vasca_blu.jpg

 richiedi gratuitamente la mostra scatti d'acqua

Newsletter

Vuoi sempre essere aggiornato sulle attività del Forum? Iscriviti alla newsletter.

logo water core

Piano di Gestione del distretto idrografico del fiume Po e partecipazione pubblica
Lunedì 24 Agosto 2009 10:01

Con Legge 13 del 27 febbraio 2009 recante “Misure straordinarie in materia di risorse idriche e di protezione dell’ambiente” si è data una forte accelerazione al processo che deve portare entro il 22 dicembre 2009 all’adozione dei Piani di Gestione dei distretti idrografici in cui è stato suddiviso il territorio italiano.

Il Piano di Gestione rappresenta lo strumento operativo attraverso cui, entro il 2015, si attuano le misure previste dalla Direttiva Comunitaria 2000/60 (Direttiva Quadro sulle Acque recepita a livello nazionale con il D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152) con l’obiettivo di istituire in Europa un quadro per la protezione delle acque al fine di ridurre l’inquinamento, impedire un ulteriore deterioramento e migliorare l’ambiente acquatico, promuovere un utilizzo idrico sostenibile e contribuire a mitigare gli effetti delle inondazioni e della siccità.

L’elaborazione e l’approvazione del Piano di Gestione del distretto idrografico del fiume Po è di competenza dell’Autorità di bacino del fiume Po. Nel distretto idrografico del Po, le attività previste sono realizzate dall’Autorità di bacino insieme al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, alle Regioni del distretto e alla Provincia Autonoma di Trento.

Leggi tutto...
 
Australia, bottiglie di plastica al bando
Venerdì 10 Luglio 2009 16:44

«Non siamo un gruppo di Verdi deliranti», assicurano. Ma la scelta della comunità di Bundanoon ha aperto una discussione in molte altre città. I residenti hanno deciso di bandire l'acqua delle bottiglie di plastica e di tornare all'utilizzo di contenitori riciclabili da riempire al rubinetto e alle fontanelle. «Un modo per impegnarci come comunità a favore dell'ambiente».

La proposta è stata adottata a grandissima maggioranza da un'assemblea di cittadini convocata dal Comune. E la scelta ha ricevuto il plauso di tutte le associazioni ambientaliste. Bundanoon, 2.500 abitanti, è una meta turistica a sudovest di Sydney. I negozianti locali hanno promosso il divieto, rinunciando ai proventi delle vendite, pur di combattere la pesante produzione di gas serra, associata con l'imbottigliamento e il trasporto attraverso il Paese. «L'industria delle bevande ha realizzato una grande campagna di marketing, vendendo qualcosa che si può avere gratis», ha detto Huw Kingston, titolare di un caffè.

La decisione di Bundanoon ha ispirato con effetto immediato il governo del Nuovo Galles del sud, di cui Sydney è capitale. Giovedì il premier Nathan Rees ha ordinato a tutti i dipartimenti e le agenzie statali di non acquistare più acqua in bottiglia, e di accontentarsi dell'acqua del rubinetto. Sarà un risparmio per i contribuenti e ridurrà l'impatto sull'ambiente, ha detto. A far scattare la campagna antibottiglie a Bundanoon è stata la proposta di una compagnia, respinta dai residenti, di costruire un impianto di estrazione di acqua da imbottigliare da una locale falda acquifera.

 
Progetto "DocciaLight": distribuzione gratuita su scala nazionale di riduttori di flusso per doccia
Giovedì 09 Luglio 2009 18:10

“DocciaLight” è una particolare iniziativa di risparmio idrico ed energetico promossa dalla E.S.Co GESCO Srl con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministro della Gioventù e del Ministro del Turismo. Consiste nella fornitura gratuita e su larga scala di Erogatori per doccia a Basso Flusso (EBF) per tutti gli impianti sportivi (pubblici e privati) e le strutture turistico-ricettive presenti in Italia.

Il progetto è partner della campagna europea “Energia sostenibile per l’Europa”, promossa dalla Direzione Energia e Trasporti della Commissione Europea con l’intento di promuovere prodotti e tecnologie per l’efficienza energetica. “Doccia Light” è stato inoltre selezionato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l’attuazione di tale campagna in Italia e ha ottenuto il patrocinio istituzionale dell’Associazione Nazionale Comuni italiani (ANCI) divisione “Energia & Ambiente”, del Ministro della Gioventù, del Sottosegretario di Stato per le Politiche di Sviluppo e Competitività del Turismo e del Ministero dello Sviluppo Economico.

La gratuità dell’iniziativa è resa possibile grazie al programma d’incentivazione statale per l’incremento dell’efficienza energetica negli usi finali dell’energia, attuato in seguito all’entrata in vigore dei D.M. del 20/07/2004.

Leggi tutto...
 
UE: bando per creazione di modelli di scenari per le acque e gli impatti dei cambiamenti climatici
Venerdì 26 Giugno 2009 10:28

Gara di appalto a Bruxelles per la valutazione della vulnerabilità agli impatti derivanti dal cambiamento climatico e delle misure di adattamento con attenzione specifica alle misure e agli impatti relativi alle acque.

Il contratto comprenderà la messa a disposizione di una piattaforma integrata analitica a livello geografico dettagliato, che fornisca le basi per l´individuazione di misure di adattamento che saranno promosse o prevenute a livello comunitario. L´analisi dovrà presentare sinergie con l´esame dell´attuazione della direttiva quadro relative alle acque e l´analisi delle misure per affrontare la scarsità delle acque e la politica relativa alla siccità, entrambi in programma per il 2012, fornendo un insieme comune di scenari di base per gli impatti di lungo termine del cambiamento climatico sulle acque (qualità e quantità) e permettendo alla Commissione di individuare misure che saranno prese in considerazione dagli Stati membri nei futuri cicli di programmazione della direttiva quadro relativa alle acque.

La portata della valutazione dovrà comprendere tutte le acque interne e di transizione dei 27 Stati membri dell´UE, escludendo le regioni più lontane.
L´orizzonte temporale della valutazione dovrà comprendere sia il medio termine (2020, 2030) che il lungo termine (2050 o oltre).

Il futuro contraente svilupperà un quadro integrato e ad hoc di valutazione e modellazione, e utilizzerà i risultati prodotti dal CCR, I modelli e l´insieme di dati elaborati nel contesto del presente contratto rimarranno di proprietà della Commissione, e dovranno consentire la creazione interna di ulteriori modelli.

Per maggiori informazioni:
Testo ufficiale

 
Gestione sostenibile dell'acqua in applicazione della direttiva quadro europea - Pubblicati gli atti
Lunedì 22 Giugno 2009 16:03

Pubblicati gli atti del convegno “Gestione sostenibile dell’acqua in applicazione della direttiva quadro europea”, che si è tenuto venerdì 19 giugno a Bologn

I dettagli nella pagina dell’evento.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 23