Skip to content
Dimensioni caratteri
Increase font size Decrease font size Default font size
pastore_lavaggio_dei_panni.jpg
Pianeta Acqua, un premio nazionale per il risparmio idrico PDF Stampa E-mail

ImageValorizzare le buone pratiche nel campo del risparmio e della conservazione dell'acqua è l'obiettivo del Premio Nazionale Pianeta Acqua promosso dal Forum Nazionale per il Risparmio e la Conservazione della Risorsa Idrica in occasione della giornata mondiale dell'acqua 2008.

L’acqua è un bene esauribile, la conservazione e l’uso razionale di questa risorsa è dunque una priorità. Le tante esperienze realizzate in Italia e in altri paesi nel campo civile, agricolo e industriale dimostrano che risparmiare acqua ed energia è possibile, grazie alle nuove tecnologie e a comportamenti più consapevoli.

Tra i fattori che rallentano la diffusione delle esperienze positive c’è sicuramente una carenza comunicativa. Per questo tra gli obiettivi primari del “Forum sul risparmio e conservazione della risorsa idrica” c’è la valorizzazione delle esperienze virtuose anche tramite una comunicazione più efficace. L’istituzione di un Premio si muove proprio in questa direzione.

Il Premio è stato infatti istituito con l’obiettivo di valorizzare le esperienze virtuose e le “buone pratiche” realizzate nei seguenti ambiti:

  1. ESPERIENZE IN CAMPO AGRICOLO, INDUSTRIALE, CIVILE E DI GOVERNANCE. Esperienze concrete finalizzate a risparmiare, riutilizzare o conservare la risorsa idrica nei tre campi di utilizzo o esperienze che tramite innovazioni della governance della risorsa consentano di conseguire risparmi idrici significativi.
  2. ESPERIENZE EDUCATIVE. Progetti per l’infanzia ed i giovani tesi a sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza e la scarsità della risorsa idrica e ad educarle ad un suo uso razionale.
  3. CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE. Iniziative e campagne di comunicazione rivolte a tutti i cittadini o a categorie particolari per informarli sulle criticità relative alla risorsa idrica e per invitarli ad un suo corretto utilizzo.
  4. ESPERIENZE DI SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE. Esperienze volte ad affrontare il tema della quantità e qualità della risorsa idrica in realtà estere che presentano particolari criticità.

Tutte le esperienze devono essere state realizzate in Italia, ad esclusione di quelle di solidarietà internazionale che devono essere state progettate e realizzate con il contributo di soggetti aventi sede nel territorio nazionale.

A CHI SI RIVOLGE

Il Premio è rivolto alle istituzioni, public utility, aziende, associazioni, centri di educazione ambientale, scuole, agenzie di pubblicità e altri soggetti che hanno realizzato azioni finalizzate al risparmio e alla conservazione della risorsa idrica.

LA GIURIA DELLA PRIMA EDIZIONE

Per l'edizione 2008 la Giuria è stata composta dai seguenti membri:

  • prof. Pier Francesco Ghetti, rettore Università ca’ Foscari di Venezia (Presidente)
  • on. Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati
  • dott. Gaetano Benedetto, Vice Capo di Gabinetto Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • dott. Alessandro Rovinetti, Segretario Generale Associazione italiana della Comunicazione pubblica e istituzionale
  • dott.ssa Francesca De Benedetti, Associazione italiana della Comunicazione pubblica e istituzionale
  • prof. Pietro Laureano, consulente Unesco per le zone aride, la civiltà islamica e gli ecosistemi in pericolo
  • prof. Luigi Guerra, Preside Facoltà di Scienze della Formazione Università di Bologna
  • ing. Giorgio Pineschi, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • ing. Renato Drusiani, condirettore Federutility

MEDIA PARTNER

I progetti vincitori sono valorizzati grazie alla collaborazione dei media partner del premio: