Skip to content
Dimensioni caratteri
Increase font size Decrease font size Default font size
G.-RONI---I.jpg
[RM] Innovare la Gestione dell’acqua in città, rispondere al cambiamento climatico PDF Stampa E-mail

Sala conferenze di Piazza di Monte Citorio 123/A Roma
16 ottobre 2012

Il progetto Life+ WATACLIC (Water Against Climate Change, www.wataclic.eu)  nasceva tre anni fa, in corrispondenza della prima scadenza  della Direttiva Quadro sulle acque, dalla consapevolezza  è ormai evidente che per raggiungere il  buono stato delle acque Italiane è necessario introdurre innovazioni tecniche, amministrative e culturali nel sistema di gestione delle acque  e degli scarichi urbani, tanto più nella prospettiva di contrastare ed adattarsi al cambiamento climatico.  Il progetto volge ora a conclusione creando un’occasione pubblica di dibattito sui temi del risparmio idrico in programma martedì 16 ottobre a Roma presso la Sala Conferenze di Piazza Montecitorio 123/A.

Dal  Maggio 2010 ha realizzato 5 campagne informative rivolte ai diversi attori impegnati nell’attuazione delle politiche idriche –gli Enti locali, le Autorità  d’Ambito, i Gestori del Servizio Idrico Integrato, l’industria delle costruzioni e gli installatori idraulici, le ONG – per  far conoscere su tutto il territorio italiano approcci e tecniche che permettono un uso più razionale della risorsa idrica oltre  che un minore impatto ambientale degli scarichi urbani.

Dopo 3 anni di lavoro, 38 eventi a cura di Ambiente Italia, Iridra, Centro Antartide, Università di Bologna e Università di Udine, che hanno visto la partecipazione di più di 1400 esperti in rappresentanza di 650 enti (tra  enti locali, Autorità di Bacino e d’Ambito,  associazioni, Università, ecc.) emergono dall’esperienza WATACLIC  due  principali ambiti cui applicarsi, per migliorare la gestione delle acque in Italia.

Il primo riguarda le tecniche, dalla banale scelta di un WC o di una doccia, alla progettazione di spazi urbani in grado di  laminare e trattare le acque di pioggia, fino alle sofisticate strumentazioni per individuare e ridurre le perdite di rete. Il  secondo riguarda il valore dell’acqua, come è percepito e comunicato: è necessario comunicare il valore dell’acqua, non  solo informando correttamente ma utilizzando anche strumenti economici (le tariffe, ma anche gli incentivi/disincentivi  come si fa per l’energia).

Le proposte per migliorare la gestione delle acque nelle nostre città  saranno  presentate nella conferenza finale del  progetto WATACLIC che chiama al confronto alcuni attori chiave nel panorama nazionale cogliendo l’occasione per lanciare una campagna di comunicazione nazionale sul tema acqua che Federutiliy coordinerà con la collaborazione del team del progetto Wataclic.

L’evento è organizzato da Ambiente Italia, coordinatore del progetto Wataclic, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e la collaborazione di Federutiliy: la partecipazione è gratuita e aperta a tutti gli interessati. È consigliata l’iscrizione sul sito del progetto www.wataclic.eu

Scarica il programma