Skip to content
Dimensioni caratteri
Increase font size Decrease font size Default font size
bressan_acqua-santa.jpg
"Be water, my friend" premiato al Clorofilla Film Festival e al SiciliAmbiente Film Festival PDF Stampa E-mail
Giovedì 27 Agosto 2009 19:30

Tanti premi per il Clorofilla Film Festival. Nella serata finale sono stati assegnati i riconoscimenti per miglior film, corto, documentario, attore e attrice. Dopo quindici giorni di proiezioni per un totale di 50 tra lungometraggi, corti e documentari, il festival che promuove la nuova “linfa” del cinema italiano si è congedato dal suo pubblico con la speranza che dopo un’edizione sofferta per il budget, come sempre ridotto, il festival possa finalmente contare su finanziamenti che permettano un salto di qualità. La giuria era formata dai giornalisti Emilio Guariglia e Federico Raponi, dal regista Stefano Chiodini, dallo sceneggiatore-organizzatore Alessio Brizzi e da Cinzia Magi, allieva del Corso di Aiuto Regia organizzato dall’associazione Nickelodeon. “Be water, my friend” di Antonio Martino, realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna (Servizio Tutela e Risanamento Risorsa Acqua), si è aggiudicato il primo premio come documentario “per aver fornito una significativa quanto toccante testimonianza su di una delle tante tragedie ambientali e conseguentemente umane di cui colpevolmente sappiamo poco”.

 

Il film di Martino ha ricevuto anche il premio del pubblico della prima edizione del SiciliAmbiente Documentary Film Festival. Primo premio invece ex equo per «Cry sea» di Cafi Mohamud e «Garbage» di Andrew Nisker; il secondo premio «Il sogno di Ciano» di Cristian Bonatesta; il terzo premio: «A li tiempi mei era tutta campagna» di Chiara Zilli. Il Festival, promosso dal Comune e dalla Demetra Produzioni, si è tenuto dal 20 al 24 luglio a San Vito lo Capo. L’iniziativa è patrocinata dal Decennale Educazione e Sviluppo Sostenibile della Commissione Nazionale Unesco e dal Dipartimento Ethos dell’Università degli Studi di Palermo ed è realizzata con l’adesione del Festival Cinemambiente di Torino. In concorso nove documentari, diciannove film d’animazione e poi ancora manifestazioni ed eventi speciali, tra cui un tributo alla Panaria film con ospiti d’eccezione e filmati d’epoca. Ancora, passeggiate in bicicletta, tra San Vito e la riserva dello Zingaro, scambio gratuito di lampadine a basso consumo per ridurre il surriscaldamento globale e una raccolta di idee aperta a tutti i cittadini per contribuire a migliorare l’ambiente.