Skip to content
Dimensioni caratteri
Increase font size Decrease font size Default font size
floriani_acqua_piovana_abba.jpg
Risparmiare acqua dagli sciacquoni? Più semplice del previsto! PDF Stampa E-mail
Mercoledì 02 Settembre 2009 00:00
Aato 4, l'autorità di ambito territoriale ottimale dell'Alto Valdarno (AR), distribuirà gratuitamente a scuole e strutture pubbliche e sanitarie un semplicissimo sacchetto di plastica.  "Riempito d'acqua e collocato nella cassetta del wc, consentirà di risparmiare 1 litro d'acqua ad ogni scarico senza modificarne minimamente il funzionamento e le  abitudini dell'utente – annuncia il Presidente di Aato 4, Dario Casini. Il risparmio non è solo d' acqua, ma anche di energia elettrica e di prodotti per la depurazione".

Statistiche nazionali indicano che ciascuna persona utilizza lo scarico del bagno almeno sei volte al giorno. E' quindi evidente il risparmio finale di acqua. Le modalità di uso sono semplici come l'idea. "Il sacchetto è flessibile – spiega il suo inventore Guccini, di Studio Invenzioni - e può quindi adattarsi a ogni contenitore (incassato o esterno), va riempito con un litro d'acqua ed esercita un ingombro che "inganna il galleggiante", facendo così risparmiare un litro di acqua. La scelta del sacchetto di speciale plastica alimentare non dannosa per l'ambiente, garantisce il buon funzionamento dell'impianto. Nelle cassette di nuova concezione il sacchetto "Salva H2o" non serve perché il dispositivo a doppia mandata permette di scegliere un flusso meno intenso. Ma è anche vero che le cassette di vecchia concezione, che hanno solo un tasto  o la catenella per lo scarico dell'intero contenuto, sono ancora l'80% di quelle in uso e contengono fino ai 15 litri d'acqua, quando per il buon funzionamento del WC ne bastano 6 o 7 litri.